Feb 16, 2015 - Senza categoria    No Comments

AUMENTO DELLE PENE PER I REATI IN AUMENTO

Aggiornamento annuale di sanzioni penali e amministrative in base all’aumento o al decremento delle violazioni.

La commissione “Giustizia” della Camera dei Deputati dovra’ valutare ed esprimersi su una proposta di legge inviata da un privato cittadino che richiede l’emanazione di una norma  mediante la quale sia introdotta la revisione a scadenze temporali fisse (annuali/biennali) delle sanzioni amministrative e penali affinche’ le pene da applicare (nell’anno successivo),  siano ricalcolate in aumento o in decremento in base all’aumento o al decremento del numero dei rispettivi reati denunciati nel corso del periodo precedente.
In parole povere, le pene previste per ogni articolo del codice penale saranno aggiornate ed aumentate per i reati statisticamente in aumento (esempio: se nel 2014 i furti sono aumentati del 10%, dal 2015 la pena per il furto sara’ aumentata del 10%) e diminuite per i reati diminuiti.

Petizione a Supporto della mozione presentata http://bit.ly/codicepenale

Tale provvedimento normativo – che avrebbe applicazione in un ambito che va dal codice della strada al codice penale – dovrebbe essere strutturato in maniera tale da definire nei minimi dettagli una procedura che, a scadenze di tempo predefinite, rilevi per ogni reato previsto dal nostro ordinamento, il numero dei casi commessi in Italia, calcoli l’aumento o il decremento di questi ultimi rispetto al periodo precedente e stabilisca un tasso di variazione per ogni reato;  Il tasso di variazione – positivo o negativo che sia – sara’ applicato alla pena in vigore corrispondente al reato in oggetto e che pertanto da quel momento in poi sara’ perseguito con le nuove pene ricalcolate che risulteranno piu’ o meno severe a seconda che il reato sia stato registrato in aumento o meno.

E’ importante evidenziare come l’aumento o la diminuzione della pena o della sanzione (in termini di tempo o di denaro) NON dovra’ in alcun modo modificare l’aspetto della pena le cui prerogative devono continuare ad essere l’orientamento al reinserimento sociale dell’individuo ed il rispetto dei diritti umani. Inoltre non modifichera’ le pene che si stanno scontando.

VANTAGGI

L’introduzione di un meccanismo strutturato nel modo sopra riportato, rappresenterebbe una epocale inversione di tendenza. Attualmente, quanto piu’ un crimine viene commesso tanto piu lo stesso crimine diventa parte dei “costumi” e viene sempre meno percepito come reato, determinando un inflazionamento dei reati che si concretizza nell’innalzamento continuo della linea che separa il lecito dall’illecito.

Il provvedimento inoltre ammorbidirebbe l’effetto “emulazione”, che si verifica in soggetti marginali, nel momento in cui sono diffusi dati di crescita di un determinato reato. A contrasto di cio’ , la divulgazione dell’aumento delle pene aiuterebbe – per via del forte effetto deterrente – a contrastare  l’ effetto “emulazione”.

Inoltre, un provvedimento normativo in tal senso permetterebbe di contrastare fortemente il cosiddetto “turismo per delinquere“, recente fenomeno che  – grazie alla facilita’ di spostamento ed alla libera circolazione delle persone all’interno dell’UE –porta i malviventi a trasferirsi e delinquere in quei paesi dove le pene per i reati che intendono compiere, risultano minori.

Da non sottovalutare come l’introduzione di tale meccanismo di revisione, avrebbe la conseguenza di ridurre fortemente la necessita’ di ricorrere all’emanazione di “leggi speciali” le quali sono emanate spesso sull’onda emotiva di casi particolari, ridimensionando cosi’  l’importanza dell’effetto mediatico e demagogico che spesso influenza considerevolmente la promulgazione di una legge “speciale”.

Per firmare la petizione clicca qui

AUMENTO DELLE PENE PER I REATI IN AUMENTOultima modifica: 2015-02-16T21:02:37+00:00da fab_kl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.

*