Browsing "Petizioni elettroniche"

Il quinto potere SFASCISTA

Da un po di tempo mi ripeto una domanda cercando di trovare una risposta convincente. La domanda riguarda i mezzi d’informazione ed i loro introiti. Molti non sono minimamente a conoscenza dei ricavi pubblicitari che determina uno spot di 30 secondi e molti sono restii ad accettare che uno spot di 30 secondi puo’ anche superare i 100.000 euro, anche se e’ facilmente verificabile sul sito di Publitalia. Ed ovviamente il prezzo degli spot varia a seconda del programma in onda in quel momento, al quale sono legate determinate previsioni di audience. tv_hipnosis
A questo punto chiunque sarebbe portato a pensare che le TV cercheranno di avere programmi di alta qualita’ che possano attrarre un maggior numero di telespettatori e sopratutto cercare di non sprecare tempo prezioso che potrebbe essere destinato a produrre grandissimi introiti. E qui, per chi sa osservare attentamente la realta’ sorge il dubbio. Infatti questo presupposto nella realta’ trova applicazionema non in maniera cosi dominante. Se osserviamo la realta’ vediamo che la totalita’ dei canali dedica ampissimi spazi ad una pluralita’ di trasmissioni (talk show, inchieste, notiziari, approfondimenti politici…) che hanno un unico punto in comune vale a dire lo sfascismo inteso come la reiterazione di pseudo notizie strumentalizzate unicamente nella direzione del “e’ tutto un magna magna”. Con una ripetizione ossessiva di cose che non funzionano, di scandali, di ingiustizie. Molti di questi programmi sono evidentemente montati ma non e’ questo il punto. Read more »

Anche nel calcio l’inglesismo trionfa grazie ad AGEVOLAZIONI uniche che ne permettono una crescita “drogata”

Il dominio politico-sociale attuato nel mondo da parte degli anglo-americani e’ basato sulla promulgazione di regolamenti sovranazionali che valgono per gli altri ma non per questi due paesi. Molto spesso la gente non si rende conto delle disparita’ di trattamento o del mancato rispetto delle regole da parte di questi paesi, in quanto gran parte della gente comune non e’ in grado di costruire un pensiero negativo orientato verso questi paesi la cui propaganda fa credere a molti che siano il massimo per quello che riguarda: democrazia, liberta’, scienza, musica, film, arte… IL CALCIO NON E’ ESENTE DA QUESTA LOBOTOMIZZAZIONE GENERALIZZATA e lo dimostra il fatto che la Gran Bretagna ha ben 4 nazionali.

L’Inghilterra, la Scozia, il Galles e l’Ulster (Irlanda del nord) sono le uniche “regioni” ad avere riconosciuta una propria federazione calcistica e di conseguenza un canpionato di calcio ed una squadra nazionale ANCHE SE NON RAPPRESENTANO UNA NAZIONE e non e’ una banale divisione burocratica perche’ ciò influenza le partecipazioni alle Coppe.

Per fare un’esempio, sarebbe come se in Italia vi fosse il campionato e la nazionale del settentrione, quelli del centro, quelli del meridione e quelli delle isole: UN’ASSURDITA’ TOTALE. Tale assurdita’ pero’ E’ CUSTODITA GELOSAMENTE DAI BRITANNICI in quanto aumenta a dismisura gli introiti che La Gran Bretagna riceve nel suo complesso da UEFA e FIFA che ammontano a CENTINAIA DI MILIONI DI EURO per i diritti Read more »

L’ O.N.U. e’ un’organizzazione democratica?

L’Organizzazione per le Nazioni Unite, per salvare le future generazioni dal flagello della guerra (come si legge nel proprio statuto) si autoattribuisce il diritto di imporre la democrazia in tutti i paesi, in alcuni casi ANCHE CON L’USO DELLE ARMI. Ma come funziona questa organizzazione? al suo interno VI E’ DEMOCRAZIA? Chi decide i rappresentanti all’interno dell’Assemblea Generale (il parlamento) ed i vari commissari? sono eletti dal popolo? assolutamente no!

Firma la petizione perchè l’ONU abbia un parlamento DEMOCRATICO i cui membri siano ELETTI con votazioni da tenersi a suffragio universale in tutti i paesi che fanno parte delle Nazioni Unite.

E’ un controsenso assoluto ritenere che la forma di governo migliore sia la DEMOCRAZIA ma questa non venga utilizzata da chi la promuove in maniera così massiccia nel mondo intero (e particolarmente contro i paesi poveri).

Non si può continuare a pensare che l’Organizzazione che ha il diritto di dichiarare GUERRA a NOME DI TUTTI I PAESI sia composta da membri che vengo nominati in assoluta mancanza di trasparenza e che non devono rendere conto alla popolazione mondiale di quello che fanno.

Il GOVERNO delle NAZIONI UNITE deve essere RAPPRESENTATIVO del POPOLO ed eletto DEMOCRATICAMENTE. I dirigenti delle NAZIONI UNITE DEVONO rispondere delle loro azioni di FRONTE AL POPOLO di tutto il mondo ed essere giudicati per le loro azioni.

imageShower?pos=2&idpetizione=206

Chi vuole puo’ firmare la petizione all’indirizzo qui sotto

http://apps.facebook.com/crealatuapetizione/petizioni/Portare-la-DEMOCRAZIA-nel-palazzo-dellONU

http://www.sign4rights.it/petizioni/Portare-la-DEMOCRAZIA-nel-palazzo-dellONU

Petizione per la revoca della patente di guida

Di seguito è riportato il testo di una petizione affinchè sia inserito nel codice della strada un articolo che preveda:

LA REVOCA DELLA PATENTE DI GUIDA, PER CHI SI RENDE RESPONSABILE DI INCIDENTI STRADALI CHE CAUSANO IL DECESSO DI UNA O PIU PERSONE.

Tale norma dovrà affiancarsi alla normale opera di prevenzione che vedrà così esponenzialmente potenziato il proprio monito.

Chi, alla guida di un veicolo, uccide qualcuno NON DEVE PIU GUIDARE perché è un individuo pericoloso per la società, ancor più se il colpevole guida per professione.

Come dimostrano le statisctiche degli incidenti e delle vittime della strada (in crescita), non è sufficiente fare solo ed esclusivamente opera di prevenzione. Si rischia di accanirsi solo ed esclusivamente contro una categoria di “possibili” colpevoli come ad esempio chi ha bevuto un bicchiere di vino ma guida in maniera tranquilla e sicura, senza aver mai commesso un’incidente.

Revocare la patente, a chi – sobriamente – avendo fatto tardi in ufficio, per esempio, passa con il semaforo rosso investendo una famiglia sulle strisce. Con l’attuale normativa il colpevole di un pluriomicidio continuerà a guidare come se niente fosse, costringendoci a sperare che non faccia piu tardi.

Prevenire è meglio che curare, ma non si può solamente prevenire!!

Per leggere la petizione si può clikkare qui e per firmarla clikkare sul tasto [click here to Sign Petition]

Per firmarla direttamente clickare qui

Per segnalare la petizione ad un amico clicka qui 

Petizione per le 2 ruote

Di seguito è riportato il testo di una  petizione elettronica disponibile online (http://www.petitiononline.com/kl3/petition.html) che è possibile sottoscrivere anche in maniera anonima. Riguarda una proposta che in molte grandi città potrebbe essere un incentivo (ed anche una tutela) ai mezzi a 2 ruote.

AL SINDACO DI ROMA

I sottoscritti cittadini romani, per migliorare il traffico di Roma, chiedono di AUTORIZZARE CICLOMOTORI E MOTOCICLI ALL’USO DELLE CORSIE PREFERENZIALI, per legge destinate ad uso esclusivo di autobus e taxi.

Questo provvedimento, non farebbe aumentare di molto il traffico nei confronti dei mezzi pubblici destinatari di tali corsie (motivo per cui sono istituite le corsie preferenziali) e diminuirebbe di molto i problemi di “convivenza” tra auto e moto che spesso portano ad incidenti anche mortali ma soprattutto ridurrebbe il pericolo per i motociclisti dei “cordoli”.

Inoltre sarebbe un provvedimento ulteriormente incentivante all’utilizzo delle 2 ruote e quindi allo snellimento del traffico. Roma è la città dei 7 colli, quindi fatta di salite e discese che limitano moltissimo la possibilità di utilizzare le biciclette. Ragion per cui bisogna incentivare l’utilizzo delle 2 ruote a motore.

Per leggere la petizione si può clikkare qui e per firmarla clikkare sul tasto (click here to Sign Petition)

Per firmarla direttamente clickare qui

Per segnalare la petizione ad un amico clicka qui

Lug 14, 2008 - Petizioni elettroniche    No Comments

Petizione per la modifica dei tempi supplementari nel calcio

Premessa:
Nel calcio, quando una partita è decisiva per il proseguimento o per la vittoria in una manifestazione, in caso di parità del risultato finale si giocano 2 ulteriori tempi supplementari di 15 minuti l’uno.
Al termine degli stessi, se prosegue la parità fra le due squadre, si procede calciando 5 calci di rigore alternativamente per ogni squadra. In caso di ulteriore parità si prosegue ad oltranza.

Molto spesso, durante i tempi supplementari non cambia il risultato e la squadra che proseguirà o vincerà sarà decisa con un metodo non assolutamente “tecnico” nel quale anche la fortuna può rivestire la sua importanza.

Purtroppo gli spazi televisivi NON permettono molte alternative. La partita non può essere prolungata troppo o ripetuta perchè andrebbe a sovrapporsi ad altre trasmissioni con lauti sponsor paganti, ed anche per problematiche legate al satellite.
Per ovviare a ciò, in passato venne fatto un tentativo con il cosiddetto “golden gol” (termine immediato della partita in caso di rete) il cui effetto non è stato quello sperato perchè, probabilmente, la paura di subire un gol al quale era impossibile rimediare faceva “chiudere” ancora di più le difese a scapito delle azioni d’attacco (solo l’Italia è riuscita a perdere).

I rigori sembrerebbero l’unica soluzione.

Con un po’ di fantasia, potrebbe esserci un’altra soluzione, molto più brutale e proprio per questo “vendibile” televisivamente.

Sarebbe questa:

I tempi supplementari avranno la stessa durata ma le squadre inizieranno NON al completo ma con un uomo in meno (ad esempio 10 contro 10, se non ci sono state espulsioni) ed ognuno deciderà chi togliere.
– Trascorsi 5 minuti entrambe dovranno far uscire un giocatore a scelta (rimanendo, per es. 9 contro 9)
– Trascorsi ulteriori 5 minuti, dovranno far uscire un’altro giocatore (8 contro 8)
– Alla fine del primo tempo resteranno 7 contro 7.
– Dopo ulteriori 5 minuti si giocherà 6 contro 6.
– Dopo ulteriori 5 minuti si giocherà 5 contro 5.

alla fine dei tempi supplementari ci sarebbe molte probabilità che qualcuno abbia segnato e non vi sia piu il risultato di parità. In caso contrario: rigori.

L’introduzione di una siffatta norma nel regolamento del gioco del calcio, trasformerebbe i tempi supplementari in una battaglia “all’ultimo sangue” che probabilmente vedrebbe premiati i giocatori piu resistenti e versatili nei ruoli, premierebbe la capacità di una squadra di rimodularsi e premierebbe la capacità di un allenatore di fare i “cambi” giusti.

“Audience” e “share” TV , durante i tempi supplementari, salirebbero a livelli mai visti con ulteriore afflusso di ricavi per il mondo del calcio.

I sottoscrittori della presente, chiedono ai presidenti di F.I.G.C., di U.E.F.A. e di F.I.F.A. di valutare e considerare le possibilità di introduzione di una norma che derivi dalla proposta citata, apportando – sensa stravolgerne il senso – quei cambiamenti che, in fase di studio, si evidenzierebbero necessari.

 

Per la proposta vi è una petizione elettronica che è possibile sottoscrivere anche in maniera anonima.

Per leggere la petizione si può clikkare qui e per firmarla clikkare sul tasto (click here to Sign Petition)

Per firmarla direttamente clickare qui

Per segnalare la petizione ad un amico clicka qui 

Petizione per la tutela del matrimonio

Un giuramento deve essere irrevocabile altrimenti non è un giuramento.
Facile promettersi amore eterno quando ci si potrà rimangiare la promessa.
Pensarci bene prima, significa eliminare molti problemi dopo.

Per richiedere che lo stato italiano tuteli non solo chi intende divorziare anche chi vuole mantenere le promesse fatte, è attiva una petizione elettronica che è possibile sottoscrivere on line anche in maniera anonima. Di seguito è riportato il testo

I sottoscrittori la presente chiedono la modifica della normativa riguardante il negozio giuridico del Matrimonio affinchè sia introdotta la possibilità di scelta per l’IRREVOCABILITA’ dello stesso.
Vale a dire:
al momento della celebrazione del matrimonio gli sposi sceglieranno di comune accordo se celebrare un matrimonio rescindibile attraverso la separazione ed il divorzio, oppure celebrare un MATRIMONIO IRREVOCABILE i cui effetti dureranno “finchè morte non ci separi” vale a dire tutta la vita.

Nel caso che la scelta di irrevocabilità sia effettuata da entrambi i coniugi, il matrimonio non potrà mai essere sciolto, con tutte le conseguenze che ne derivano (impossibilità di un altro matrimonio, comunione o separazione dei beni, eredità, riconoscimento dei figli, richiesta alimenti ecc.)

Nel caso la scelta non sia condivisa da entrambi i coniugi, il matrimonio sarà celebrato normalmente e sarà quindi considerato rescindibile ovvero è ammesso il divorzio.

 

Per leggere la petizione si può clikkare qui e per firmarla clikkare sul tasto (click here to Sign Petition)

Per firmarla direttamente clickare qui

Per segnalare la petizione ad un amico clicka qui