Browsing "SOCIETA’ DEMOCRATICA"

L’ITALIA TRADITA

(tratto da un articolo di Cesare Corda su sakeritalia.it)

Da Ciampi (e Amato) fino a Renzi e al suo Referendum Costituzionale: 25 anni di declino italiano.

Secondo i dati diffusi dalla Banca Mondiale, nel periodo compreso tra i primi Anni Cinquanta e la fine degli Anni Ottanta, l’Italia si collocava al primo posto assoluto tra i Paesi Occidentali (e ad uno dei primi Posti a livello Mondiale) per crescita economica.

Sempre secondo i dati diffusi dalla Banca Mondiale, nel periodo che va dal 1995 ad oggi, l’Italia è invece all’ ultimo posto assoluto sul Pianeta per crescita economica. Cioè al primo posto per decrescita.

Sarebbe sempre meglio tenere molto bene a mente questi due dati Read more »

il piano Kalergi

Dal 2012 si sente sempre pù spesso parlare del piano Kalergi. Molti sapranno ormai di cosa si tratta e le convinzioni che sia una bufala sono tante quante sono quelle del contrario. Quello che sta di fatto è che il piano Kalergi piace all’estrema Destra, ma anche all’estrema Sinistra (per cercare di opporsi al disegno di frantumazione dell’identità nazionale delle élite, beninteso). Sia Forza nuova, che Sel, infatti hanno ospitato in questi ultimi mesi le presentazioni del libro “La verità sul Piano Kalergi” che l’autore Matteo Simonetti, giornalista, scrittore, oltre che docente di storia e filosofia, sta proponendo lungo tutta la Penisola.

Chi non sapesse ancora di cosa si tratta può fare una ricerca su google e trovare versioni e considerazioni a 360 gradi. Chi volesse leggere il libro e farsi autonomamente un’idea puo’ trovarlo nei link in fondo a questo articolo.

In conclusione quello che riporta è: “Ma come mai gli immigrati non scelgono oltre rotte invece di sbarcare in paesi occidentali così culturalmente diversi dai loro ? Perchè non prediligono i paesi Arabi ricchi quali il Kuwait, l’Arabia Saudita, o il Qatar? Non avrebbero problemi di Read more »

L’imperialismo umanitario e la sinistra

L’imperialismo – del quale si parla pochissimo non perche’ non esista ma perche’ gli organi d’informazione hanno visto proibito l’uso di tale parola – per ottenere il suo scopo e’ organizzato in maniera da coprire un ampio spettro di campagne ben coordinate e facendo in maniera che i risultati non abbiano un impatto tale da rendere evidente lo scopo ultimo nonostante questi convergano tutti, ed in maniera evidente, nella stessa direzione supportandosi l’un l’altro. Si possono riconoscere tre tipi di imperialismo coordinati e con ampie zone di intersezione: l’imperialismo finanziario, l’imperialismo culturale e l’imperialismo umanitario. Quest’ultimo e’ forse il piu difficile da riconoscere – nonostante sia ben evidente – ed entra in campo quando i risultati dei primi due non permettono di arrivare ad una completa manovrabilita’ di un paese. Infatti quando un paese nonostante le politiche messe in atto da FMI e Banca mondiale non risulta sottomesso al potere finanziario internazionale al punto tale da permettere alle multinazionali di fare cio’ che vogliono, quando l’imperialismo culturale non e’ riuscito a sradicare credenze e convinzioni nazionali in maniera da poter impiantare le proprie tese a preparare il terreno per la colonizzazione finanziaria, in questi casi entra in gioco l’imperialismo umanitario che si avvale particolarmente di ONG spesso facenti capo alle Nazioni Unite, che mettono in atto fortissime campagne provocatorie senza alcuna esclusioni di colpi. Ecco quindi che un paese stabile nel quale la gente vive in armonia diventa oggetto di “attenzioni” da parte dei movimenti delle donne, dei giovani, dei carcerati, degli animalisti, degli ecologisti eccetera quasi sempre utilizzando il grimaldello della corruzione politica, dei brogli elettorali Read more »

Goldman, JP Morgan e i miliardari finanziano il matrimonio gay

tratto da: COBRAF.COM

Goldman Sachs e JP Morgan oggi lodano la decisione della Corte Suprema USA (1), che ha cancellato la legge, approvata tramite referendum popolare in California, che dichiarava il matrimonio un unione tra uomo e donna. Queste banche emettono comunicati su tutte le questioni politiche importanti ? No, affatto, in genere anzi stanno attente a non schierarsi…

I fondi hedge più importanti di New York hanno finanziato direttamente le campagne per far cancellare questa legge sul matrimonio e hanno finanziato con milioni i politici che si dichiarassero pro-gay. A New York in pratica il matrimonio e adozioni gay sono passati grazie ai milioni di dollari pompati da tre trader di mega hedge funds (Paul Singer, Dan Loeb e Cliff Asness) (2), i quali hanno letteralmente comprato i politici che ancora avevano dubbi.

Inoltre diversi miliardari da Jeff Bezos di Amazon a Bill Gates hanno donato Read more »

Apr 22, 2013 - SOCIETA' DEMOCRATICA    No Comments

immunità giornalistica e satirica

Il diritto che garantisce la libertà dell’informazione, fortemente promosso e ribadito in tutti i paesi occidentali, è un gran “belpensiero” i cui risvolti nel lungo periodo sono però devastanti, e sono visibili nella nostra quotidianità (comici e gestori dell’informazione sono rispettivamente la prospettiva politica futura e quella gli ultimi 20 anni di governo) e probabilmente con effetti peggiori di quelli che avrebbe una censura.

In Italia uno dei più potenti gestori dell’informazione è stato al governo per un ventennio e, l’unica forza nuova che potrebbe sostituirlo risulta fare capo a colui che da molti anni fa la professione di comico cabarettista, televisivo e nei teatri (guardando bene anche la cosidetta sinistra è tenuta in piedi dai satiri, altrimenti…..)

Questo non è casuale ma viene dal fatto che chi gode dell’immunità (per liberta dell’informazione o diritto di satira) può permettersi di fare promozione denigrando calunniando offendendo attravero giornali e tv oppure nel corso di spettacoli (ripresi e trasmessi) senza timore di dover sottostare alle leggi del codice penale come invece tutti gli altri normali cittadini. Questo non è un vantaggio indifferente sopratutto se si somma ai vantaggi di poter diffondere la propria “novella” attraverso canali agli altri non permessi.

In pratica succede questo: se un qualunque cittadino dice che il sig. XXX ruba, Read more »

Apr 9, 2013 - SOCIETA' DEMOCRATICA    No Comments

Accrescere la domanda interna

“Accrescere la domanda interna” significa aumentare l’avidita’ delle persone ed innescare un meccanismo perverso di insoddisfazione diffusa perche’ gli avidi sono sempre insoddisfatto sopratutto se fomentati dai creatori di bisogni indotti.

Ecco quindi che la ricetta per il salvataggio dell’economia (ammesso che funzioni) ottiene risvolti sociali ben più negativi dei vantaggi economici (che spesso vanno a vantaggio di società straniere). E la cosa è direttamente proporzionale: quanto più si creano bisogni indotti per aumentare la domanda interna, tanto più aumenta la frustrazione di non poter avere qualcosa in più di quello che si ha.

Accrescere la domanda interna può arrivare all’estremo limite di una guerra civile sopratutto se si considera che ad un certo punto di insoddisfazione ci sarà chi sarà disposto a delinquere pur di avere qualcosa ed al crescere dei bisogni aumenteranno proporzionalmente i disposti a delinquere, prima occasionali e poi sempre più professionisti.

Mar 1, 2013 - SOCIETA' DEMOCRATICA    No Comments

Il malcontento

L’esasperazione del malcontento attraverso l’ossessionante ripetitività di piccoli malfunzionamenti al fine di creare una diffusa protesta popolare.

Su tale terreno può attecchire qualsiasi cosa dalle dittature più spietate alle nomine di scialacquatori e svenditori del paese.

Feb 19, 2013 - SOCIETA' DEMOCRATICA    No Comments

La democrazia contiene il seme delle dittature

Nel corso della storia, in tutti i casi in cui è stata applicata la democrazia come forma di governo, presto o tardi la società e’ sempre andata a finire in una guerra civile oppure in una dittatura.

La strada e’ quasi sempre la stessa che si adatta al tempo in cui si verifica.

Potrebbe funzionare un esercito che eleggesse democraticamente i generali? probabilmente verrebbero eletti quelli che farebbero stancare meno il plotone destinandolo ad essere sconfitto.

Il vaticano che eleggesse democraticamente il suo Papa non avrebbe sicuramente vissuto 2000 anni oltrepassando invasioni barbariche, guerre, rivoluzioni francesi e comuniste.

Non è utile lasciare accesso alle decisioni a chi non segue gli avvenimenti, la storia e la politica.

cosa succederebbe se si votasse per la nazionale di calcio includendo tra i votanti anche chi non ha mai visto una partita e nemmeno conoscere il regolamento?

I popoli hanno bisogno di guide. Lo starnazzare di galline e’ infruttuoso e gli animali piu sono stupidi e piu hanno bisogno di un gallo.

Gen 5, 2013 - SOCIETA' DEMOCRATICA    No Comments

Democrazia e consumismo: associazione a delinquere

La democrazia associata al consumismo, nel lungo periodo, non ha altre vie d’uscita che portare alla rivoluzione.

Nel consumismo le folle sono sempre piu’ nutrite di bisogni indotti e tali bisogni spingono a far lavorare come schiavi i (liberi) cittadini, creano insoddisfazione e frustrazione.

nella democrazia, per governare bisogna accattivarsi consensi e il modo più semplice per attrarre consensi è quello di sfruttare l’isoddisfazione popolare e le frustrazioni della gente.

L’insoddisfazione sarà generalmente direzionata verso il governo grazie anche al fatto che verrà cavalcata dall’opposizione – qualunque essa sia – che cavalchera’ l’insoddisfazione popolare finche’ non sara’ al potere ma, una volta al potere, non potra’ poi gestire. In Italia questo ha portato alla scomparsa della destra e della sinistra.

In ogni consultazione elettorale i risultati saranno a favore di coloro che prometteranno di dare di piu anche se poi non potranno farlo e creeranno altro malcontento. Una spirale che puo’ finire in un solo modo: guerra civile!

Pagine:12»