Lottizzazione RAI

Uno dei migliori esempi al mondo di liberta’ di informazione unita all’accesso alla televisione pubblica, lo aveva l’Italia con la RAI. Si proprio la RAI, che forniva a gran parte dei rappresentanti dell’elettorato (anche se non a tutti) la possibilita’ di gestire un canale, una testata giornalistica e quant’altro. Questo e’ durato fino a che i cambiamenti derivati dalla rivoluzione di mani pulite (utilizzata come il cavallo di troia per l’introduzione di tutte le altre baggianate liberist-anglosassoni), non ne riformasse l’organizzazione e quindi il funzionamento trovando come al solito “lo slogan” per il popolo bue, quello slogan che ripetuto ossesionantemente creava il pensiero gia’ formato. Quella volta lo slogan fu:

LOTTIZZAZIONE

Fino all’introduzione del bipolarismo, la RAI era suddivisa in maniera che i democristiani avessero un canale, come i socialisti e come i comunisti. Dopo mani pulite ed il bipolarismo, il vincitore delle elezioni attraverso le nomine di cda e commisioni di controllo, si e’ impadronito di tutti e tre i canali RAI decidendo a suo piacere a chi dare spazio e dove. Mi chiedo: Ma era veramente cosi’ dannoso dividere la televisione pubblica (che si chiama cosi perche creata con i soldi pubblici), in maniera che rappresentasse tutti e non solo il vincitore?

Sarebbe veramente cosi dannoso per la democrazia se il canale principale venisse gestito dal partito di governo, il canale secondario dal partito dell’opposizione ed il terzo canale suddiviso tra le rimanenti forze minoritarie incluse quelle che non raggiungono il quorum ed avrebbe magari modo di far sapere che esistono?

Vade retro…. quella e’ la LOTTIZZAZIONE

RAI News24

Lottizzazione RAIultima modifica: 2009-09-11T07:49:00+00:00da fab_kl

I commenti sono chiusi.