Non arrivate a fine mese? imparate a gestire i vostri soldi

Anche questo mese il tam tam mediatico ci ricorda di quanto siamo poveri. Cosi come il prete che, a scadenze ben precise, ci ricordava di essere PECCATORI e per questo dovevamo pagare col sudore della fronte, oggi il nuovo predicatore mediatico ci ricorda di essere poveri e di dover pagare COL SUDORE DELLA FRONTE. Andando a vedere il rapporto istat (non gli articoli ma quello integrale scaricabile qui) mi sono reso conto di quanto sia strumentale la cosa. Infatti la poverta’ non viene calcolata in base ai beni posseduti come ognuno sarebbe portato a pensare, bensi in base alla quantita’ di soldi spesi. Il che significa che se io spendo soldi ma faccio debiti, non sono incluso nella categoria dei poveri; per contro chi ha redditi di milioni di euro ma spende meno di 1000 euro al mese viene considerato povero. Infatti nel rapporto istat, dopo una lunga e tergiversante introduzione tesa a creare il terreno e predisporre alla consensualita’ di un metodo di rilevamento basato sui consumi, si arriva a citare la somma considerata quale soglia di poverta’ ed alla fine si arriva a mensionarla: “La stima dell’incidenza della povertà relativa (la percentuale di famiglie e persone relativamente povere sul totale delle famiglie e persone residenti) viene calcolata sulla base di una soglia convenzionale (linea di povertà) che individua il valore di spesa per consumi al di sotto del quale una famiglia viene definita povera in termini relativi. La soglia di povertà per una famiglia di due componenti è rappresentata dalla spesa media mensile […]

Ponzio Pilato
pilato

Secondo la storia che ci e’ stata tramandata, circa duemila anni fa in occasione della Pasqua ebraica, una gran folla era radunata in occasione della tradizionale liberazione di un detenuto che avveniva proprio per festeggiare la Pasqua ebraica. Ponzio Pilato – indeciso su chi liberare – si presento’ alla folla e chiese: Chi volete sia liberato per festeggiare la Pasqua: Barabba ladro e assassino o Gesu il Nazareno? La folla rispose a gran voce: “BARABBA, BARABBA” e fu cosi’ che si compi’ LA PRIMA GRANDE CAZZATA DELLA DEMOCRAZIA le cui ripercussioni si avvertono ancora oggi: se non fosse stato condannato, non  sarebbe morto sulla croce e probabilmente non sarebbe diventato un simbolo. In altre parole, quando i romani hannno usato la democrazia, hanno fatto dei grandissimi casini Non sempre le decisioni prese dalla maggioranza sono le decisioni migliori. Questo sempre secondo la teoria della distribuzione dell’intelligenza che rispettando l’andamento detto “a campana” mette fuori gioco i grandi geni alla pari dei grandi stupidi. Secondo la teoria della democrazia è la massa che deve governare attraverso i loro rappresentanti. E’ inutile quindi che vi siano pochi eletti molto capaci ed allora la democrazia e’ solo il trionfo del populismo che l’utilizzo delle tecnologie ha fatto divenire ancora piu’ bieco. Fin dalla seconda guerra mondiale, questo tipo di governo ci e’ stato ribadito continuamente in tutti i modi possibili cosi’ come si sono state continuamente inculcate altre filosofie quali il liberismo o il consumismo. Al giorno d’oggi gli americani non sanno piu come […]