La lega e gli antilega

Uno degli effetti della democrazia e’ quello di voler per forza far presa sulle masse. Se queste non sono piu attratte da ideali di altro tipo, e’ molto piu’ semplice raccogliere consensi facendo leva sul campanilismo (tipico italiano) aggiungendoci luoghi comuni e demagogie varie. ecco che si forma “la lega” e di conseguenza i movimenti antagonisti.

Non e’ difficile immaginare dove – con il tempo – possano arrivare queste esasperazioni

D’altra parte o si è democratici e quindi populisti o si è antipopulisti e quindi dittatori. L’equazione non ha altre variabili semplici anche se i fautori della democrazia (anzi, i radical chic) sosterranno che gli elettori non voteranno per coloro che condividono bensì per quelli che avranno un più elevato pensiero (vale a dire, si faranno rimbambire da altri)

La lega e gli antilegaultima modifica: 2010-10-13T15:30:00+02:00da fab_kl
Reposta per primo quest’articolo

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.