Cronaca Vera

CRONACA-VERA-n°332-1979-rivista-Scandali-Cronaca

cronacaveraCRONACA VERA, chi ricorda la rivista (ancora esiste) non avra difficoltà a notare la similitudine con le notizie oggi riportate dai TG e la loro scaletta – condivisa tra tutti i TG a dimostrazione della loro orchestrazione – ma c’è da dire che forse era più interessante.

Dovrebbe far preoccupare il bassissimo livello raggiunto dall’informazione e dalla TV pubblica, nella quale i telegiornali riportano raramente notizie importanti o fatti del mondo ( a meno che non siano tragedie, che fanno molto audience) ma son piene di fattucoli e pubblicità camuffata.

Il lavoro del presidente RAI Foà si dimostra peggiore di quello di ogni suo predecessore, compresi quelli sotto il governo dell’odiato Berlusconi che fino ad oggi avevano avuto il pudore di lasciare almeno un canale nelle mani dell’opposizione, come sempre avvenuto fin dai tempi di telekabul ed anche prima.

Se a questo aggiungiamo la notevolissima quantità di trasmissioni strillate ed unidirezionate come i film rigorosamente made in USA o italioti, otteniamo dei risultati da informazione dittatoriale.

Ma quello che più fa pensare è come i TG evitino di parlarci di quello che succede nel mondo o di avvenimenti importanti negli altri paesi che non siano USA o israele, a meno che non siano tragedie con migliaia di morti per i quali siamo in angoscia nonostante non si sappia bene nemmeno dove sta quel paese.

Una Unione Europea che volesse dimostrarsi democratica e tendere verso l’integrazione dovrebbe avere il coraggio di obbligare gli operatori televisivi ad INCLUDERE NEI LORO BOUQUET UN CANALE PER OGNI PAESE EUROPEO (se non di creare un canale europeo).

Proviamo a vedere TG francesi o spagnoli sui loro canali e forse ci renderemo conto di cosa sia la TV e la stampa italiana.

Riempire i TG di notizie da fotoromanzo o da cronaca vera, in ogni caso tutte ben paghettate, quando non sono veri e propri spot pubblicitari. Non è difficile capire chi abbia CALDEGGIATO una certa notizia e non è difficile immaginare come si sdebiterà con lettore, direttore e regista.
Ma queste sono cose che il popolino non arriverà mai a capire.
Non arriverà mai a capire che i giornalisti sono una casta dove ognuno prende lauti ringraziamenti dai soggetti degli articoli e dalle.loro lobby che spesso sono quelle che ne hanno sponsorizzato la salita alla ribalta nelle varie reti che mantengono a suon di sponsor.

Vi meravigliereste se vi dicessero che un giornalista ha preso soldi da una multinazionale o da un gruppo politico? Non vi preoccupate i giornalisti non parleranno mai male di un loro collega.

segue https://democrazia.myblog.it/trasparenza-nellinformazione-…/

Cronaca Veraultima modifica: 2020-09-24T11:51:04+02:00da fab_kl
Post Categories: #CONSUMISMO NUOVA RELIGIONE, #Direzionamento di massa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.