Il lavoro come scopo di vita

0BD

Il consumismo si è affermato grazie all’aver subdolamente innalzato il lavoro a scopo di vita invece di relegarlo tra le cose necessarie alla sopravvivenza.
In questo cambiamento, avviato negli anni 60/70 le donne hanno avuto un ruolo fondamentale. Fino a quel tempo infatti le donne venivano esonerate dal lavoro se non strettamente necessario, in maniera da avere cura della famiglia, per garantire l’esistenza di quella stessa famiglia l’uomo lavorava e spesso rischiava la vita.
In quegli anni la donna accusava l’uomo di mettere il lavoro davanti alla famiglia. A distanza di pochi anni la donna ha acquisito il difetto che rimproverava all’uomo ed addirittura si lamenta dello stato che non mette a disposizione asili nido per permettere alle madri di andare a lavorare, cioè accusano di non permettere l’anteposizione del lavoro alla famiglia.
Ma perché questa fretta di lavorare?

Il lavoro come scopo di vitaultima modifica: 2019-07-31T19:25:42+02:00da fab_kl
Post Categories: CONSUMISMO NUOVA RELIGIONE, Direzionamento di massa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.