Bielorussia

c0053531_1447356

In #Bielorussia i sorosiani alla #saviano (quelli travestiti da iper romanticisti) hanno messo in atto la stessa macchina che anni fa ha portato l’Ucraina alla guerra civile (un paese evoluto che solo due anni prima aveva ospitato gli europei di calcio).

Anche se non hanno il petrolio di #Gheddafi o di #Saddam, l’Ucraina e la Bielorussia confinano con la Russia ed hanno un’importanza strategica tale da far adottare la stessa strategia/manfrina usata in Libia Iraq Siria ecc.

Quelli come Saviano, evidentemente, hanno bisogno in Italia delle donne Bielorusse perché hanno ormai esaurito le donne ucraine che fino ad oggi andavano “lungo le strade” o a fare le badanti o pulire i cessi dei fighetti italiani e delle signore che non si vogliono rovinare lo smalto. O chissà, magari avevano terminato le scorte di uteri in affitto e manovalanza a basso costo, per via degli scandali scoppiati in Ucraina di neonati che non sono stati ritirati perché i “genitori” aveva cambiato idea. Chissà…..

Vuoi vedere che si sono accorti che le donne bielorusse hanno chissà quali doti nascoste che le faranno essere molto ricercate dal “mercato” e quindi essere pagate di più?

In effetti, tra quelle mansioni tipiche delle donne provenienti dall’Europa dell’Est scarseggiano molto le donne Bielorusse. Chissà perché. Forse perché quei regimi cattivi non permettono loro di venire qui a fare le badanti, le prostitute o le donne delle pulizie.
C’è poco da essere felici: QUESTO È IL LIBERO MERCATO E LA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE.

Il massimo della beffa per queste categorie di VERE lavoratrici, è che la sinistra proletaria al Rolex si sia dimenticata di loro, dedicandosi anima e corpo agli evasi dalle carceri libiche che travestiti da naufraghi arrivano in Italia per essere serviti e riveriti dalle ONG che, con i soldi di non si sa bene chi, li vestono firmati e con telefonini unlimited.

Purtroppo per i veri lavoratori dell’est la loro salvezza sarebbe proprio nel comunismo quello vero, quello che si occupa dei lavoratori e non di fare beneficenza francescana. Purtroppo per loro, il trauma del consumismo che hanno vissuto ai tempi della guerra fredda gli fa ripudiare ancora oggi l’unico ideale nel quale si valorizza chi lavora, e si ritrovano a sposare quell’ideale di benessere di facciata che esiste proprio grazie alle loro schiavitù di badanti, colf o prostitute.

Purtroppo per loro anche le loro compaesane più fortunate che si sono sistemate e fanno una vita migliore, non riescono a consigliare loro che unendosi e magari scioperando potrebbero vedere riconosciuti i loro lavori veramente usuranti. Anzi…. Quelle che fanno la bella vita sono quelle che maggiormente contrastano il comunismo ed apprezzano i piaceri quotidiani….. Poco importa a scapito di chi……..

evotradistoria

immdetto

Bielorussiaultima modifica: 2020-08-17T18:26:48+02:00da fab_kl
Post Categories: #Direzionamento di massa, #Mezzi d'informazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.