Consumatori industriali

sovrappeso-obesita-ginnastica-149432922-507x300

Se la produzione alimentare e’ stata portata a livelli industriali anche i consumatori devono essere portati a livelli industriali.

Inizialmente per raggiungere questo obiettivo si e’ puntato tutto sulla pubblicità e questo con il tempo ha determinato l’enorme sviluppo delle tecniche di marketing che hanno ormai raggiunto livelli di perfezione impensabili 50 anni fa. Queste tecniche hanno funzionato talmente bene al punto che oggi, nella società’ occidentale, viviamo nell’ULTRA-SUPERFLUO.

Anche l’ULTRA-SUPERFLUO, pero’, rappresentava un limite; la gente, anche se convinta a mangiare in quantità’ abbondantissima, fisiologicamente non riusciva a farlo piu’ di tanto. inoltre una parte dell’ULTRA-SUPERFLUO determinava una la vita sempre piu’ sedentaria sopratutto grazie agli elettrodomestici ed ai mezzi di trasporto.

Ecco quindi una trovata geniale: Convincere la gente a “far bruciare” quello che mangiano!

Ma come farlo? Non e’ stato semplice, ci sono voluti anni per convincere le persone a mangiare spropositatamente per poi andare in palestra convinti di bruciare l’eccesso;sovrappeso-obesita-ginnastica-149432922-507x300In questa maniera a quelle stesse persone viene nuovamente fame ed il ciclo si ripete all’infinito. Non solo: una volta che il metabolismo si e’ abituato a processare una gran quantita’ di alimenti, gli organi interni si dimensionano per tale lavoro e diventa indispensabile provvedere a rifornire il corpo di quanto richiesto e di conseguenza se si smette di fare sport si ingrassa mostruosamente.

Inizialmente si e’ introdotto questo “concetto” con la diffusione dell’aerobica, del culturismo e dei film di Rocky, che molti ricorderanno. Ovviamente ci sono volute un paio di generazioni per radicare nelle persone la convinzione che e’ bello pagare per faticare in palestra, mentre faticare nei campi facendosi pagare e’ da immigrati extracomunitari (che infatti hanno dei fisici di tutto rispetto). Nella società’ occidentale per convincere la gente a fare sport e’ bastato fargli credere che facendo sport si e’ più belli e sopratutto che lo sport fa bene.

Per fare credere ciò si sono utilizzate fonti attendibili, opportunamente ammaestrate, i cui pareri sono stati strombazzati ripetitivamente da media che VIVONO grazie a sponsor legati direttamente o indirettamente allo sport. Poco importa se e’ statisticamente rilevato che difficilmente gli sportivi hanno una vita lunga: nessuno farà’ mai questa considerazione ed i media la oscureranno. Anzi, gli stessi media, ripetendo in continuazione quanto sia necessario bruciare i grassi STIMOLERANNO IL SENSO DI COLPA di coloro che ingrassano e che cosi’ si riprometteranno di mettersi a dieta da domani, ed in questo modo si evitera’ che smettano di mangiare.

Una volta che la gente e’ stata convinta a bruciare i grassi facendo sport (quando invece basterebbe consumare di meno) per evitare che le persone si mettano a dieta, i media mettono in atto parallelamente una ridondanza di DIETE improbabili e strampalate, che non raggiungono quasi mai l’effetto desiderato ma nel complesso ben ottengono lo scopo di inflazionare il concetto di DIETA e quindi inflazionarle tutte, facendo cosi perdere la fiducia nelle diete (e re-direzionando verso le palestre).

I pochi marginali che continueranno a seguire diete spesso inutili, otterranno il risultato di rafforzare in loro il desiderio di poter mangiare senza ingrassare; E cosa si presta meglio di tutto ad esaudire questo desiderio? Lo sport. Un tale desiderio potra essere esaudito solo facendo sport, solo cosi si potra’ mangiare piu di quanto sarebbe necessario senza rovinare l’estetica del nostro corpo (a cui i media ci fanno tenere moltissimo). Poco importa se facciamo lavorare oltremisura tutto l’apparato digestivo (spesso con prodotti tutt’altro che nutrienti, come il caffè).

Una volta convinta la maggior parte della popolazione bisogna mettere in atto il mantenimento delle credenze che automaticamente espanderà’ il pensiero dominante a tutta la popolazione. Ha quindi inizio un’altra tappa evolutiva del consumatore industriale: il mantenimento. Ecco quindi che in tutto il mondo occidentale prendono il via quasi simultaneamente ed in tutte le lingue quantita’ innumerevoli di reti televisive nelle quali si trasmette 24 ore su 24, programmazione in cui vi sono solo persone che fanno da mangiare: in continuazione!! Anche di notte.

Canali TV che vivono interamente su argomenti che una volta erano rilegati nell’ultima pagina insieme all’oroscopo.

Come i polli d’allevamento……
I polli d’allevamento sono quelli che pensano: “che bravo il nostro padrone che ci protegge dai predatori tenendoci dentro queste gabbie dandoci ottimo ed abbondante cibo senza chiederci niente in cambio.”

Consumatori industrialiultima modifica: 2020-04-13T19:11:18+02:00da fab_kl
Post Categories: #CONSUMISMO NUOVA RELIGIONE, #Direzionamento di massa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.