La creazione della paura

88985006_3119839664765397_4853656710583156736_n

Se c’è una cosa che ci ha insegnato il coronavirus e che orchestrando opportunamente le televisioni e i giornali si riesce a direzionare l’intera popolazione nella direzione voluta. Ovviamente per raggiungere il pieno risultato bisogna trovare la motivazione idonea e non è facile. Sarà molto più facile se viene utilizzata una paura in maniera verosimile e sarà quindi diffusa più velocemente con effetto amplificato dalla velocità.
La modalità di creazione della paura riveste molta importanza.
Nel caso del #covid19 se le TV non avessero martellato in maniera orchestrata ed unidirezionale, il risultato avrebbe visto fronti sfrangiate, come verificato all’inizio.
Ma se i media sono ben orchestrati, la popolazione seguirà obbediente tutto ciò che viene detto di fare, rinunciando persino ad ogni azione che fino a poco prima era considerata essenziale ed irrinunciabile.

Per non creare effetti emulazione, non dovranno mai apparire sui media gruppi organizzati di protesta ma solo singoli isolati individui che non rispettano le regole. Dovranno essere mostrati e trattati spregevolmente come “quelli che si ribellano” e se si ribellano non fanno la rivoluzione ma al massimo fanno una corsetta. Loro saranno quelli su cui scaricare ogni colpa qualunque cosa accada e dovranno essere oggetto di tutte le frustrazioni dei confinati

Il martellamento mediatico è stato assoluto, a livelli mai visti! Ed anche i risultati sono stati dello stesso livello.
La TV e i giornali hanno rinchiuso in casa tutti e vinto la battaglia coi social, relegandoli a passatempo della quarantena.

c’è da chiedersi allora perché non si utilizza questa capacità di direzionamento generale ad esempio per ridurre la criminalità.
Per raggiungere questo risultato bisognerebbe indurre il timore nei criminali magari enfatizzando l effetto deterrente della pena carceraria.
Il carcere deve avere un effetto deterrente e non deve servire solo a rieducare perché quando si è arrivati in carcere è tardi bisogna prevenire perché prevenire è meglio che curare

La creazione della pauraultima modifica: 2020-05-04T19:02:41+02:00da fab_kl
Post Categories: Direzionamento di massa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.